Spedizioni gratuite su tutti gli ordini superiori a 35,00 euro

FAQ OKI

1. Che differenza c’è tra Originale OKI e i nostri Originali Universali OKI?
I nostri prodotti Originali UNIVERSALi sono prodotti originali nuovi, mai utilizzati prima, di modelli differenti, ma della stessa serie, che OKI commercializza ad un prezzo inferiore. Noi effettuiamo delle piccole modifiche che ne permettono l’utilizzo su tutte le stampanti di quella serie.


2. Ho appena cambiato il toner della mia OKI, ma la stampante dice toner vuoto. Perche?
A volte capita anche con gli originali che il toner risulti vuoto perché si brucia il chip.
Nel corso tecnico OKI ci hanno spiegato che quando si cambia il toner, il tamburo è vuoto. Se il tamburo non si riempie abbastanza velocemente la stampante brucia il chip.
Quindi il modo corretto per cambiare il toner è:
1- SEMPRE a stampante spenta;
2- Agitare bene il toner prima di inserirlo.


3. Perché ho fatto meno stampe di quanto ne dovrebbe fare il toner OKI?
A volte succede che la stampante segnali delle quantità di toner superiori o inferiori a quanto effettivamente contenuto.  Potrebbe segnalare un 10 % di toner residuo, pari a 700 pagine circa (con copertura al 5%) per poi stamparne 1200 o viceversa. Il toner si esaurisce, e la stampante si blocca e smette di stampare quando, una volta svuotata la cartuccia, si svuota anche il tamburo di stampa sottostante.
La durata di una cartuccia (es. 7000 pagine) è calcolata con una copertura media pari al 5%, noma EIN/ISO, ma se stampo con copertura pari al 25%, esempio fotografie, grafica ecc, il numero di pagine stampate sarà un quinto, cioè 1400.
Come nell'auto, i Km che faccio con un pieno, dipendono dallo stile di guida, cioè da quanto ho il piede pesante.
Potrebbe anche pesare la sua cartuccia, considerando che la cartuccia vuota pesa 230 gr.


4. Ho una stampante OKI monocromatica, perché mi stampa chiaro?
Se la stampa invece che nera viene grigia ed ha usato i nostri prodotti probabilmente è dovuto a un’impostazione della stampante che è “sul risparmio toner”. Per verificare la veridicità stampi direttamente dalla stampante la configurazione, troverà nel paragrafo “Print setup” una voce “Toner save Mode: ON”, deve essere OFF, così avrà sempre una stampa carica di colore.


5. Ho una OKI, quando stampo ci sono delle righe bianche?
Se nella stampa trovate delle righe bianche probabilmente è dovuto alle barre led sporche. Le barre le trovate appena sotto il portello che aprite per cambiare i vari consumabili. Si trovano proprio sotto il portello, sono nere e si muovono, ecco, la parte sottostante è vetrosa e per pulirle utilizzate un panno in microfibra (tipo quelli degli occhiali) preferibilmente imbevuto con alcol isopropilico, ma va bene anche una goccia d’acqua, il panno deve essere umido non bagnato.


6. Ho una OKI, la stampa è sporca o macchiata o ci sono strisce colorate.
Prime cose da fare quando le stampe non sono di qualità:
Controllare la vita residua dei consumabili, se un consumabile è al 10% è come se avesse 90 anni, quindi qualche difetto di stampa è molto probabile.
Pulire barre led e se avete una multifunzione pulire anche lo scanner (la stampante usa lo scanner come bianco).
Ovviamente la qualità dei consumabili utilizzati si trasmette nella stampa.
Dopo aver fatto queste piccole verifiche se la cattiva stampa persiste guardiamo le varie casistiche:
Per una monocromatica basta stampare un foglio totalmente nero (per una multifunzione basta tenere aperto lo scanner) se troverete strisce bianche o macchie bianche che si ripetono, la soluzione è cambiare il tamburo di stampa perché il rullo si sarà rovinato.
Per una a colori probabilmente il problema è sempre nel tamburo rovinato, ma per scoprire qual è quello da cambiare, basta stampare il TEST UNICO OKI (lo trovate nella pagina/sezione…). Guardate solo le brutte stampe e sarà palese quale tamburo è da cambiare.

7. Ho una OKI, quando stampo il colore va via o salta via, come se non si fissasse (tipo acquarello o sfregando salta via il colore).
Questo problema è dovuto al fusore. Se non è alla temperatura corretta, scalda meno la stampa risulta come un acquarello, scalda troppo il colore stampato salta via con l’unghia. Ovviamente l’ambiente dove è situata la stampante è fondamentale, ad esempio se l’avete collocata in cantina o in un luogo similare, quindi molto freddo e umido, il fusore non riesce ad arrivare alla temperatura ottimale.